Un bbq che si collega al gas metano di casa: Genesis E-330

Non sono pochi coloro che, comprato un bbq a gas, si sono chiesti: perché usare le bombole? Perché non allacciare il dispositivo direttamente alla rete del gas metano di casa?

Sconsigliatissimo! Per almeno quattro ragioni:

  1. Un dispositivo bbq che viene modificato perde la validità della sua garanzia
  2. La responsabilità della modifica ricade su chi l’ha fatta e in caso di problemi o danni un’assicurazione non li coprirà
  3. Occorrerebbe modificare il diametro del foro degli ugelli e i filetti di attacco, oltre ovviamente ad avere un attacco del gas metano di casa all’esterno
  4. Manomettere dispositivi non originariamente costruiti per quello scopo e per di più per utilizzare del gas metano è pericoloso!

D’altra parte una soluzione c’è già e si chiama Genesis E-330, il nuovo (collezione 2014) barbecue a gas della Weber, nato apposta per poter essere collegato alla rete del gas metano di casa, ma che all’occorrenza può ospitare nel vano apposito anche una bombola da 6 kg. Braciere in ghisa e coperchio in alluminio smaltato garantiti 25 anni, tre bruciatori, più la sear station, che con il suo bruciatore indipendente rafforza la potenza del calore necessario per alcune cotture immediate.

Questo è il prodotto perfetto per chi possiede un’ampio terrazzo o giardino e ha provveduto a creare un attacco anche esterno per il gas metano: praticamente è come avere una cucina esterna, visto che il modello possiede anche un fornello laterale incassato e può soddisfare la fame di ben 14 commensali!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *